Archivio per la categoria ‘Senza categoria’

Annunci

La poesia

Pubblicato: 28 novembre 2010 in Senza categoria

Sono un poeta,
sono un attore,
ma la mattina mi sveglio, mi vesto,
mi infilo le scarpe,
esco per strada e sono come tutti,
e nella strada passano passanti,
e io li guardo, e sorrido perchè passano,
e anch’io passo e nessuno mi nota.
Ma poi,
nella solitudine della mia stanza,
apro le botole dell’anima,
guardo nel buio dei sotterranei,
ci sono topi,
ruscelli di diamante,
bellezze, miasmi e rancori:
lo faccio per me, lo faccio per voi,
perché ci vuole qualcuno che guardi,
e questi sono i poeti,
che cercano le stelle in fondo ai pozzi.

(Antonio Tabucchi, da ‘I dialoghi mancati’)

Accadde in quell’età… La poesia

venne a cercarmi. Non so da dove

sia uscita, da inverno o fiume.

Non so come né quando,

no, non erano voci, non erano

parole né silenzio,

ma da una strada mi chiamava,

dai rami della notte,

bruscamente fra gli altri,

fra violente fiamme

o ritornando solo,

era lì senza volto

e mi toccava.

Non sapevo che dire, la mia bocca

non sapeva nominare,

i miei occhi erano ciechi,

e qualcosa batteva nel mio cuore,

febbre o ali perdute,

e mi feci da solo,

decifrando

quella bruciatura,

e scrissi la prima riga incerta,

vaga, senza corpo, pura

sciocchezza,

pura saggezza

di chi non sa nulla,

e vidi all’improvviso

il cielo

sgranato

e aperto,

pianeti,

piantagioni palpitanti,

ombra ferita,

crivellata

da frecce, fuoco e fiori,

la notte travolgente, l’universo.

Ed io, minimo essere,

ebbro del grande vuoto

costellato,

a somiglianza, a immagine

del mistero,

mi sentii parte pura

dell’abisso,

ruotai con le stelle,

il mio cuore si sparpagliò nel vento.

Pablo Neruda


Dalla poesia alla canzone

Pubblicato: 27 novembre 2010 in Senza categoria
Musicalità, ritmorima, sonorità, timbrica, durata, ‘canzone’, sonetto (piccolo suono), ecc. Quanti termini hanno in comune poesia e musica! Il musicista e il poeta usano spesso gli stessi strumenti (ecco un altro termine ‘musicale’) per comunicare i loro stati d’animo e i loro pensieri.
Ma il legame con la musica è antico: la poesia è nata dalla musica (basti pensare al genere più diffuso, ancora oggi lo chiamiamo ‘poesia lirica‘, perché in origine era accompagnato da quel particolare strumento a corde); oppure pensiamo ai ‘trovatori’, ai giullari del Medio Evo.
E nella musica oggi la poesia, almeno per i più giovani, sopravvive anche in modo più che dignitoso: tante canzoni possono essere definite vere e proprie poesie. 😉